Che fare?

che fare cernysevskij

Che fare? Non è una domanda: è il titolo di un romanzo di Nikolaj Gavrilovič Černyševskij, un libro venuto alla luce nella Russia zarista, ma ancora attuale. Lo scrittore inizia la sua opera con il botto, irretendo i lettori con un effettaccio, con un avvenimento misterioso e sensazionale: un imbecille ha deciso di spararsi su un ponte di San Pietroburgo. Perché diamine non si è buttato di sotto, da bravo cittadino assennato? Continua a leggere

Annunci

La passione di Artemisia

la passione di artemisia

Questa non è una recensione. Oggi, miei cari lettori, faremo qualcosa di diverso dal solito: visiteremo un’immaginaria galleria d’arte. Mentre leggevo La passione di Artemisia di Susan Vreeland (Neri Pozza, 2013), mi sono resa conto che ad interessarmi sono soprattutto le opere di quest’artista: mi importa poco del suo invidioso e un po’ stronzo marito Pietro e ancora meno di Orazio Gentileschi, un padre disposto a scendere a patti con l’uomo che aveva stuprato sua figlia, pur di non interrompere un fortunato sodalizio artistico. Continua a leggere

Lo Scurnuso

lo scurnuso benedetta cibrario

Questa non è la stagione ideale per parlare di presepi, però Lo Scurnuso di Benedetta Cibrario (Feltrinelli, 2010) si presta a diventare una perfetta lettura da spiaggia: è un libro breve, scritto con uno stile scorrevole ed essenziale. Questo romanzo ci porta nel cuore di Napoli, una città dove splendore e miseria vanno a braccetto, dove la bellezza riesce a trionfare anche in mezzo all’inferno. Continua a leggere

I re di sabbia

i re di sabbia george r.r. martin

È tutta colpa del Trono del Muori: per quasi dieci anni sono riuscita a tenermi alla larga da Grande Inverno, ma questo Youtuber ha decretato la mia rovina. Ho guardato tutti gli esilaranti video che ha dedicato all’ultima stagione del Trono di spade e, alla fine, mi è venuto spontaneo porgermi una domanda: i libri di George R.R. Martin sono davvero così belli? Per evitare di finire impelagata in una saga letteraria non ancora conclusa, ho deciso di leggere l’antologia I re di sabbia (Mondadori, 2014). Continua a leggere