Poesie, Prévert

Vittorio Sereni, nella sua introduzione al volume Poesie, definisce l’opera di Prévert come «una variegata collezione di dischi a cui ognuno è libero di attingere secondo il proprio capriccio o umore.». Infatti, il lettore può spaziare da folgoranti e irriverenti poesie satiriche, a componimenti d’amore in cui alla dolcezza dei baci si mescolano l’amarezza delle lacrime e il fuoco della gelosia.

In alcuni testi, come Paris at Night, si respira l’atmosfera di una Parigi notturna, una città di giardini, abitata da poeti e pittori, ma, soprattutto, da innamorati. In altri, l’idillio è interrotto dalle sirene dei bombardamenti, dall’inutile Guerra, paragonata a un’accetta portatrice di morte:

Voi disboscate
imbecilli
voi disboscate
Tutti gli alberi giovani con la vecchia accetta

Le poesie di Prévert sfilano davanti agli occhi del lettore in uno variopinto Corteo, dove si possono anche intravvedere suggestioni surrealiste, che ricordano i quadri di Alberto Savinio. Il poeta, come il pittore, gioca a scombinare e ricombinare diversi elementi, ma invece di uomini con teste di uccelli abbiamo:

Un vecchio d’oro con l’orologio in lutto
Una regina di pena con un uomo d’Inghilterra

I suoi componimenti sono piccole perle, da godersi con calma. Un inno alla vita che sa essere assurda crudele, ma anche appassionata.

Annunci

Un pensiero riguardo “Poesie, Prévert

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.