Un mondo che non esiste più

Tiziano Terzani non era solo uno scrittore, ma anche un fotografo capace di racchiudere in una singola immagine l’essenza di mille parole. Un mondo che non esiste più raccoglie gli scatti con cui ha immortalato l’Asia, l’Oriente diviso tra tradizione e cambiamento. Il libro permette di seguire i passi di Terzani, dagli anni della guerra del Vietnam sino al ritiro tra le vette dell’Himalaya.

Un mondo che non esiste più è un viaggio nel tempo tra gli eventi che hanno segnato la storia dell’Asia,dal settanta a oggi. Terzani ha immortalato sia la speranza che illuminava gli occhi dei rivoluzionari, sia la saggezza dei volti di anziani che sembrano saggi eremiti: su ognuno di quei visi è inciso un frammento dell’Oriente che tanto ha affascinato lo scrittore. Terzani ha cercato di entrare in contatto con ognuna di quelle persone, per conoscere l’Asia, per respirarne l’atmosfera politica e culturale, senza filtri e mediazioni imposte dall’alto.

Le foto in bianco e nero e le poetiche didascalie raccontano l’avventura di un insaziabile viaggiatore, desideroso di conoscere il cuore autentico dell’Oriente, ma preoccupato di vederlo scomparire di fronte a un’ondata di occidentalizzazione e modernizzazione indiscriminata. Terzani ha immortalano tempi e statue buddiste, nel tentativo di salvarli dalla distruzione, di proteggerli da chi crede che sia necessario cancellare il passato per fare posto al nuovo. Lo scrittore oppone alla smisurata fame di modernità, che rischia di privare della propria anima città e regioni, la forza della cultura e della tradizione: non è possibile progredire se si dimenticano le proprie radici. L’autore ci restituisce e consegna alla nostra memoria le immagini di un Oriente che stava e sta scomparendo, invitandoci a riflettere sui rischi dell’omologazione e sull’importanza dell’eredità spirituale di ogni popolo.

Il libro si conclude con le foto dell’Himalaya, di un rifugio ancora non toccato dalla modernità, un luogo dove si può ancora riflettere. Dal tetto del mondo, Terzani invita il lettore a comprendere che la pace deve, prima di tutto, essere trovata in sé stessi.

Annunci

2 thoughts on “Un mondo che non esiste più

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...