Anime night

La scorsa settimana, mia cugina mi ha convinta ad ordinare una cena a base di sushi. Mentre caricavamo in macchina buste di salsa di soia e vassoi di maki, abbiamo cominciato a discutere di anime. Mi sono ritornate in mente le serate in cui mi godevo l’Anime night di MTV, prima dell’arrivo dei palestrati e lampadati di Jersey Shore: un paio d’ore dedicate all’animazione made in Japan che mi facevano dimenticare verifiche e interrogazioni. Così, in ricordo dei vecchi tempi, ho deciso di proporvi alcune serie da vedere o rivedere:

  • Death note: il mostro sacro, uno dei migliori anime di sempre, almeno secondo me. Light, uno studente modello, entra in possesso di un quaderno che gli permette di uccidere chiunque desideri: devo solo scrivere il nome e cognome della sua vittima. Inizialmente Light pensa di utilizzare il note per liberare il mondo dai malfattori, ma ben presto la brama di potere si impossessa di lui e il ragazzo assume l’alter-ego di Kira, il dio killer che aspira alla creazione di un nuovo mondo. Contro di lui si schiera il miglior detective del mondo: L, un giovane misterioso, che si nutre di soli dolci e che ha consacrato la sua vita alla giustizia, condannandosi alla solitudine.

 

  •  Madoka magica: una storia che inizia come Sailor Moon o come un qualsiasi Mahou Shoujo, ma che all’improvviso assume toni molto più dark. Madoka e la sua amica Sayaka incontrano Mami, una giovane che, dopo aver stretto un accordo con una strana creatura, è diventata una paladina della giustizia impegnata a fronteggiare delle streghe, strane entità responsabili di ogni sciagura che avviene in città. Accettando di diventare delle maghe si può veder esaudito il proprio desiderio più grande, a patto di debellare mostri che infestano la metropoli: la timida Madoka e l’intraprendente Saiyaka sono tentate dall’offerta, ma non sanno che per ottenere un simile potere è necessario pagare un prezzo molto elevato…
  • Yona dell’alba: la principessa Yona ha sempre vissuto all’interno del palazzo reale, lontana dai conflitti e dai problemi del suo paese, sino alla notte in cui suo padre è stato ucciso. Per riuscire a riconquistare il trono deve ritrovare quattro ragazzi che possiedono un potere leggendario. Certo, devo ammetterlo, in questo anime ci sono sin troppi “bei ragazzi”, ma vale la pena di osservare la trasformazione di Yona da giovane viziata a guerriera. Nella serie compare anche un personaggio molto interessante: il giovane genio Yoon, un maestro in qualsiasi disciplina. Il ragazzo non ama la violenza, ma è costretto a scendere in campo per aiutare Yona e i suoi alleati: le sue armi non sono la forza fisica e la violenza, ma l’intelligenza e l’astuzia.
yona.png
Yona by Sakretsu -Wikipedia
  • Full Metal Alchemist: la serie che mi ha fatto conoscere l’alchimista più “tappo” della storia, Edward. Dal capolavoro di Hiromu Akarawa sono state tratte due serie animate: la prima non rispecchia la trama originale perché è stata prodotta prima del termine della pubblicazione del fumetto, mentre la seconda,Brotherhood, rispecchia fedelmente il manga. Edward e Alphonse hanno cercato di riportare in vita la loro madre, con l’alchimia, ma hanno fallito e hanno pagato un tributo di sangue: Alphonse è stato privato del suo corpo e la sua anima è stata legata a un’armatura, mentre Edward ha perso un braccio e una gamba. Per cercare di recuperare i loro corpi originari i fratelli decidono di mettersi alla ricerca della leggendaria pietra filosofale, scontrandosi con i poteri occulti che governano il loro paese che si annidano all’interno dell’esercito.

 

Sono curiosa: quali sono i vostri anime preferiti? Seguivate la Anime Night?

 

Annunci

4 thoughts on “Anime night

  1. Purtroppo devo confessare la mia totale ignoranza della categoria anime. Però mi piace il ricorrere, nei tuoi sunti, del tema dell’amicizia e della complicità per una giusta causa. Così su due piedi sarei indecisa fra Madoka magica e Yona dell’alba…

    Liked by 1 persona

    1. Ti direi di iniziare con Madoka: sono solo 12 episodi, da assaporare uno dopo l’altro, un buon antipasto per chi si avvicina per la prima volta al mondo degli anime. Tra l’altro è anche molto interessante a livello di grafica.
      Immagino che la scelta dipenda anche dal preferire un team di amici e compagni tutto al femminile (Madoka), rispetto a uno in prevalenza maschile (Yona). Grazie per la visita. Spero che tu possa lasciarti catturare dal fascino degli anime 🙂

      Mi piace

  2. Complimenti per la scelta! Tutti ottimi titoli. 🙂

    Di Gen Urobuchi (il creatore di Madoka Magikca) ti consiglio anche Psycho-Pass, uno sci-fi psicologico. Se ti è piaciuto Madoka, potrebbe piacerti anche questo. Le tematiche sono un diverse ma l’approccio è altrettanto serio, se non di più.

    Invece, nella mia ipotetica lista (oltre ai titoli che hai citato tu XD ) figurerebbero anche Code Geass, Neon Genesis Evangelion e Cowboy Bebop (gli ultimi due sono passati anche loro per l’anime night, quindi forse li hai anche visti).

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...