Leggere non è un peccato

leggerenon.png

Leggere non è peccato, semmai è un peccato non leggere. Leggere è figo.

In questi giorni, mi sono imbattuta in questo post di esetidicessiche dove si parla di una bella campagna ideata da due blogger impegnate a diffondere questo messaggio.Silvia e Nadia, si sono inventate un tormentone letterario estivo, un bel gioco per far uscire allo scoperto tutti i lettori accaniti e invitarli a diffondere in rete l’amore per i loro amici di carta e inchiostro.

Per partecipare, basta leggere i due articoli delle ideatrici: Leggere non è peccato e Leggere non è peccato – Le regole del gioco e rispondere a tre domande:

Quali sono i 3 motivi che ti spingono a leggere?

Amo “incontrare” tra le righe personaggi incasinati come me, che lottano per riuscire a realizzare i loro desideri e che si rialzano in piedi, dopo ogni delusione, pieni di lividi, ma sempre testardi e coraggiosi.

-Non riesco a viaggiare quanto vorrei: ho visitato città in cui non sono mai stata con le parole di grandi autori. Ho passeggiato nella New York di Holden, mi sono persa tra le nebbie della Londra di Dickens e di Doyle e sono sempre pronta ad esplorare nuovi luoghi, senza bisogno di valige.

I libri mi aiutano a comprendere meglio il mondo e le persone. Ho sempre l’impressione che qualcosa mi sfugga, che l’anima degli altri sia simile a un libro chiuso: i romanzi sono stati delle vere e proprie “guide sentimentali” che mi hanno impedito di giudicare troppo in fretta, di vedere il mondo in bianco e nero.

Quali sono i 3 libri che consiglieresti a chi non legge?

Cari non lettori, so che siete difficili da convincere e che ognuno di voi avrebbe bisogno di un suo personale Virgilio, ma permettetemi di suggerirvi questi titoli:

Harry Potter e il prigioniero di Azkaban: in questo romanzo non ci sono solo i soliti “trucchetti magici” della serie, ma anche una caccia all’assassino e una delle migliori rappresentazioni letterarie della depressione: i Dissennatori. Vi aiuterà a capire che tra una magia e l’altra si nascondono anche messaggi importanti e spero che, come è successo a me, vi spinga a leggere anche gli altri volumi della saga.

L’assassino non sa scrivere di Stefano Piedimonte perché è un giallo ironico, scorrevole e a tratti geniale. Sono riuscita a farlo leggere a tutta le famiglia, quindi è una garanzia.

Lavoro a mano armata di Lemaitre: l’autore è un maestro della tensione, capace di tenervi incollati allo schermo… pagina, scusate, meglio di qualsiasi sceneggiatore americano.

Quali sono le 3 azioni che identifichi con il peccato?

Tre peccati letterari:

L’accidia: scegliere sempre romanzi dello stesso genere/autore, senza mai provare niente di nuovo.

L’ira… funesta del professore che ti obbliga a leggere un libro. Sono convinta che le letture scolastiche abbiano contribuito a creare un esercito di non lettori: dover finire, per forza, romanzi come La coscienza di Zeno è stata una vera tortura. Permettere di esercitare il libero arbitrio renderebbe più complicati i corsi, ma forse aiuterebbe. Per non parlare dell’“infame” Manzoni…

L’avarizia: colpisce tutti, anche i migliori lettori. Quante volte capita di sentir dire non compro libri perché sono troppo cari? Temo che questa sia la tentazione più difficile da superare, specialmente per i non lettori. Mettiamoci una mano sulla coscienza: quanti di noi considerano i romanzi come un vero cibo per la mente, un alimento indispensabile?

Se volete mettervi in gioco e convincere i vostri amici a cadere nel vizio… della lettura, partecipate al “gioco libroso dell’estate”. Buon divertimento e buone letture!

Annunci

6 pensieri riguardo “Leggere non è un peccato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...