L’orologiaio di Filigree Street

L'orologiaio di Filigree Street

Non avrei potuto ricevere regalo migliore: l’Orologiaio di Filigree Street, di Natasha Pulley, è stato un vero colpo di fulmine, a partire dalla copertina dal sapore steampunk. Un romanzo che mescola alcuni dei miei ingredienti preferiti: eroi imperfetti, Londra, l’età vittoriana, il fascino del Giappone, mistero, genio e un pizzico di eccentricità.

Nella sala telegrafi dell’Home Office della City, un giovane vive un’esistenza regolata da una grigia routine. Thaniel Steepleton avrebbe voluto diventare un pianista, ma ha dovuto “amputare” le sue aspirazioni per accettare un lavoro da impiegato che gli permettesse di aiutare la sua sorella vedova. Le sue giornate scorrono monotone sino al giorno in cui si ritrova per le mani uno splendido orologio che, mettendosi a suonare e obbligandolo a uscire da un locale, lo salva da un attentato terroristico. Thaniel si mette sulle tracce del costruttore dell’orologio, Mori, un enigmatico giapponese, senza immaginare di aver appena messo in moto un meccanismo che rivoluzionerà la sua visione del mondo.

Non si può non ammirare la capacità di Natasha Pulley di creare personaggi sfaccettati, che fanno innamorare, sorridere e, a volte, esasperare, il lettore. Il romanzo è incentrato soprattutto su tre figure destinate a intrecciare i loro destini, a incontrarsi e scontrarsi: Thaniel, Mori e l’aspirante scienziata Grace Carrow. Thaniel rappresenta tutti coloro che hanno dovuto sacrificare i loro sogni, ma che dentro di sé nascondono una grande determinazione e curiosità. Può apparire passivo e remissivo, ma, in realtà, è dotato di un acuto spirito di osservazione: ha solo bisogno di qualcuno che lo guidi fuori da un tracciato che sembra già prestabilito. Che dire di Mori? Mori è un mito, una specie di incrocio tra Sherlock Holmes, Doctor Who e l’ultima incarnazione di Dirk Gently: un genio tristemente solitario e incompreso, capace di prevedere le mosse di chi lo circonda, ma non sempre in grado di convincere gli altri della bontà delle sue intenzioni. Possiede un dono particolare, che non vi rivelerò, perché è una delle sorprese più brillanti del romanzo, che lo accomuna a una delle protagoniste di un celebre cartone americano. Purtroppo, la sua capacità può essere considerata come una minaccia e finisce per portarlo ad entrare in contrasto con Grace, una sorta di Mary Morstan/Moriarty, una donna brillante e indipendente, ma capace di compiere azioni controverse.

La trama si snoda in un susseguirsi di rivelazioni, di intuizioni e colpi di scena. Alcune scene mi hanno fatto ridacchiare come un’adolescente, mentre altre mi hanno “ansiata”: non è stato il massimo lasciare uno dei personaggi in pericolo di vita perché dovevo uscire. Il tutto culmina con una ciliegina sulla torta, un duello mentale che ricorda alcune scene dei due film americani dedicati a Sherlock Holmes. L’autrice ha creato una storia di cui, arrivata all’ultima pagina, avrei voluto leggere subito il seguito: la mia mente continuava a interrogarsi sul destino o i possibili destini di Thaniel e Mori. Sarebbe bello potersi ritrovare dentro il romanzo, per prendere una tazza di tè, rigorosamente verde, in compagnia dell’orologiaio, del suo amico e delle creature meccaniche che “infestano”il suo negozio. Lasciate sognare una lettrice: vivo molte esistenze immaginarie.

Annunci

3 thoughts on “L’orologiaio di Filigree Street

      1. tra gli ultimi letti “La bastarda di Istanbul” di Elif Shafak e la Trilogia della pianura. Poi romanzi come “La versione di Barney” che finisce con la morte del protagonista e ti senti “orfana”… stesso effetto mi ha fatto “Stoner” che inizia e finisce con la morte del protagonista ma vorresti poterne leggere ancora…

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...