8 consigli per scegliere i libri da regalare

come scegliere i libri da regalare a natale

Qual è il libro perfetto da regalare a Natale? A dicembre questa domanda si insinua nella mente di chi dovrà “fare da Santa Claus” a uno o più amanti dei libri. Anche io, nonostante il mio spirito natalizio non sia pervenuto (è un assente quasi giustificato da anni), ho provato a mettermi nei panni di chi deve trovare il dono perfetto per un bookholic. Dopo aver dato un’occhiata su internet, cercando guide e suggerimenti, ho deciso di provare a buttare giù una serie di consigli più o meno seri.

Esiste il libro ideale per ogni lettore, ma non è detto che siate così fortunati da trovarlo al primo colpo. Quelle che mi sono venute in mente sono delle indicazioni dalla doppia funzione: possono tornare utili sia a chi deve acquistare un libro, sia a chi vuole guidare le scelte della sua dolce metà, dei suoi amici o dei suoi parenti. Perché, ammettiamolo, non c’è niente di peggio del gelo che cala, ogni 25 dicembre, quando chi scarta un dono deve dissimulare la sua delusione, mentre chi lo ha incartato si rende conto di aver fatto un buco nell’acqua.

La versione A di ogni consiglio è rivolta a chi sta cercando il regalo, mentre quella B è stata ideata per gli amanti dei libri che sperano di indirizzare i loro cari sulla giusta strada.

1. A. Studiate la libreria. Se siete in confidenza con il destinatario del vostro dono, cercate di intrufolarti a casa sua e date un’occhiata approfondita ai suoi scaffali. Mettetevi nei panni di Sherlock: notate degli autori, delle case editrici o dei generi letterari ricorrenti? Potrebbero essere un buon punto di partenza.

B. Invitate i vostri cari a pranzo o a cena e fate in modo che si ritrovino davanti alla vostra libreria. Con la scusa di dover rimettere a posto un volume, puntate il dito sulla sezione dove si trovano i vostri autori preferiti.

2. A. Non scordatevi dei social. Per una volta, invece di usare Facebook e affini per farvi gli affari del prossimo vostro, sfruttateli per trovare il regalo ideale. Tra tweet e post potrebbero nascondersi degli indizi rivelatori. Il gioco diventa molto più semplice se il vostro booklover ha un account su Goodreads o è talmente patito (cough) da gestire un blog letterario. Però, se state leggendo questo post, immagino che non possiate contare su un simile colpo di fortuna.

B. Assicuratevi di lasciare traccia delle vostre preferenze letterarie sui social: condividete post dedicati ai libri che vorreste trovare sotto l’albero e lasciate dei commenti mirati sulla pagina Facebook della vostra libreria preferita. Troppo sfacciato? Ricordatevi dell’ultimo pessimo romanzo che vi hanno regalato.

3. A. L’autore del cuore. Se esce un nuovo libro del suo scrittore preferito, il gioco è fatto. Certo potrebbe non essere all’altezza dei precedenti, ma in quel caso la colpa non sarà vostra. Solo due avvertenze: date un’occhiata alle recensioni online, spulciandole per benino, e aspettate sino all’ultimo perché il vostro lettore potrebbe “bruciarvi la sorpresa” auto-regalandosi il volume prima di Natale. Io sapevo che sarebbe successo con un mio amico, così, a malincuore, gli ho preso un altro cadeau.

B. Dovete proprio correre a comprare l’ultimo libro del vostro idolo letterario? Siate saggi: aspettate sino al 26 dicembre.

4. A. Puntate sulle nuove uscite. La scrittrice e blogger Pina Bertoli ha avuto un’ottima intuizione: un booklover desidererà di sicuro le novità letterarie di stagione. La sua Vetrina di libri per Natale raccoglie una selezione di titoli freschi di stampa. Approfittate anche della sua esperienza di “lettrice forte” per chiarire eventuali dubbi e per farvi consigliare nella ricerca.

B. Ovviamente Pina ha creato quella serie di articoli anche perché spera che catturino l’attenzione di chi deve farle un regalo. Prendete esempio da lei miei cari topini di biblioteca: se non avete ancora un blog, potrebbe essere arrivato il momento di aprirne uno.

christmas book quote

5. A. Accompagnate il vostro lettore in libreria. Un vero book addict non sa resistere al richiamo degli scaffali: verrà fatalmente attratto dai romanzi che vorrebbe comprare. Cercherà di fare finta di niente, ma il suo sguardo si poserà sui libri che sogna di portarsi a casa.

B. Trucchetto becero, ma vincente: in un paio di occasioni, sono stata proprio io a indicare, più o meno inconsciamente, i titoli giusti a chi voleva farmi un regalo.

6. A. Non fidatevi dei bestseller. Lo so, la tentazione è forte, ma dovete resistere, perché anche se un’opera viene super reclamizzata, non è detto che sia davvero un must have. Prima di lanciarvi nella ressa per aggiudicarvi una copia dell’ultima hit letteraria, date un’occhiata alle recensioni online.

B. Niente da dire in questo caso: anche il lettore più esperto sa che non è sempre facile capire se un bestseller è davvero imperdibile. Cercate di farvi un’idea da soli e di far trapelare il prima possibile la vostra opinione (positiva o negativa) sui titoli in cima alle classifiche.

7. A. Non fidatevi neanche dei test online o di chi cerca di propinarvi il libro perfetto ricorrendo a categorie troppo vaghe come “fidanzata” o “amica del cuore”. Visto che non avete deciso di semplificarvi la vita, puntando su un semplice buono regalo, non potete pensare di trarvi d’impaccio grazie a dei consigli generici. Ogni booklover ha una sua particolare identità letteraria: se volete regalargli un romanzo, dovete essere sicuri di conoscere bene sia la persona in questione sia il suo libraio di fiducia.

B. Non ci sono soluzioni in questo caso. Potete solo ricordavi di non commettere lo stesso errore quando andrete alla ricerca di un regalo (letterario o non) per i vostri cari.

8. A. Talvolta i doppioni non sono una cattiva idea. Lo so, sembra assurdo, ma parlo per esperienza diretta. Una mia amica ama talmente Dante da essere entusiasta all’idea di ricevere un’edizione illustrata o con una copertina particolarmente accattivante della Divina Commedia. Se il vostro lettore ha un libro del cuore, potrebbe essere una buona idea farglielo trovare sotto l’albero in una nuova veste. Però, se deciderete di seguire questa strada, non dovrete assolutamente dimenticarvi del punto 1.

B. È appena uscita una riedizione del vostro classico preferito? Ritornate al punto 2. Strategia, astuzia e zero sensi di colpa.

regali di natale
Photo by George Dolgikh on Pexels.com

In conclusione:

A. Alla fine contano le buone intenzioni. I vostri sforzi, indipendentemente dall’esito, saranno premiati. Non perché a Natale siamo tutti più buoni, ma perché un amante dei libri è in grado di capire se qualcuno si è impegnato per farlo felice, invece di limitarsi ad arraffare il primo volume che si è trovato davanti.

B. Non posso prevedere cosa troverete sotto l’albero, posso solo sperare che non sarete costretti a pronunciare le fatali parole “Grazie, è bellissimo, non dovevi…”. Ugh.

Cosa ne pensate? Quali sono i vostri segreti per trovare il libro perfetto da regalare?

Annunci

23 pensieri riguardo “8 consigli per scegliere i libri da regalare

  1. Se pensi di essere sfacciata, sappi che io fornisco direttamente una lista di titoli e chiedo venga fatto altrettanto (però per i compleanni, a Natale niente voglia di fare regali). Certo, per una mossa del genere bisogna davvero essere in rapporti stretti… Ma essendo io becero, mi dico che se non ci sono questi rapporti, non c’è motivo di fare regali. Sì, sono terribile, lo so.

    Piace a 3 people

    1. Non sei terribile: sei onesto e sai quali rapporti contano davvero. Sul, se non ci sono relazioni importanti non c’è motivo di fare regali, sono più che d’accordo, ma vedo spesso esempi di “buona educazione” che portano a fare doni tremendi a persone che non si conoscono bene :P.

      Piace a 1 persona

  2. Molto arguto e divertente! Sto facendo liste di libri che vorrei comprare per me stessa, ipotizzando che forse qualcuno di questi mi arriverà in dono da chi mi conosce bene… è accaduto pochi giorni fa per il mio compleanno con Gli aquiloni di Romain Gary, autore che mi piace moltissimo. Quanto ai libri che scelgo per altri, una delle cose più belle è proprio girellare in libreria in cerca del titolo giusto…

    Piace a 1 persona

    1. Grazie. Anche io ho liste di “auto-regali” letterari. Sono contenta che tu sia riuscita a ricevere un dono azzeccato. Quanto al girellare il problema e che oltre a quelli per gli altri potrei uscire con troppi “auto-regali”! Buone letture 🙂

      Mi piace

  3. Ottimi consigli per indirizzare i regali, che, concordo, vanno fatti alle persone a cui teniamo, specialmente nel caso dei libri. Regalare un libro scelto con cura è un segno di grande attenzione e di avere dedicato tempo a farlo. Vedo che hai sgamato le mie bieche intenzioni celate nelle vetrine….

    Piace a 1 persona

  4. Ottimi consigli. Peccato siano in pochi a seguirli. Se tra le conoscenze strette non si hanno lettori accaniti, parlare di libri è come parlare arabo antico con un accento stretto. E si finisce col trovarsi delle ciofeche! Paradossalmente, mi sono stati regalati libri migliori da chi mi conosceva a malapena 😦

    Piace a 1 persona

    1. Spero che tu non ti “ritrovi con delle ciofeche”quest’anno. A me è andata benissimo a volte (il primo volume della Trilogia di Bartimaeus per esempio) e malissimo altre. Incrocio le dita sia per me che per te. Buone letture1

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.