Racconti di Natale

racconti di natale

In previsione della Vigilia e del fatidico 25 dicembre, persino gli animi più oscuri possono sentire il bisogno di riattizzare il loro quasi inesistente spirito natalizio. Se il tenebroso H. P. Lovecraft, è riuscito a comporre un allegro poema (Christmastide), anche una gotica come me ha ancora qualche speranza. Quindi, anche se di solito sono allergica a vischio, strenne e frasi come “a Natale siamo tutti più buoni” , ho deciso di proporvi cinque storie che profumano di biscotti allo zenzero.

Ho escluso a priori il celeberrimo e ormai trito e ritrito Canto di Dickens perché, se accenderete la tv, vi imbatterete in uno dei suoi mille e più adattamenti. La mia cinquina proviene dall’archivio di storie brevi e poemi festivi del sito American Literature. Loro sì che sono entrati nello spirito giusto: hanno persino inserito un piccolo abete scintillante nella barra di navigazione. La raccolta comprende favole per bambini, aneddoti più seri e anche alcune novelle natalizie non convenzionali. Starà a voi decidere quali racconti rispecchiano di più il vostro gusto letterario. Questi sono alcuni dei miei preferiti:

1) A Hint for Next Christmas di A. A. Milne. L’autore di Winnie The Pooh ha scritto un’esilarante lista di consigli per scegliere le cartoline d’auguri e i regali più appropriati. Milne se la prende, in particolare, con chi “appioppa” doni particolarmente ingombranti a amici o parenti, senza tenere conto delle loro esigenze. Un conto è fare un super cadeau a chi abita a due passi da te, un altro è consegnarlo a un familiare che ha percorso centinaia di chilometri per venire a trovarti e che dovrà riuscire a stiparlo in una valigia strapiena o in un vagone sovraffollato. Meditate gente, meditate.

Mood: anticonformista.

decorazioni natale
Photo by George Dolgikh on Pexels.com

2) A Burglar’s Christmas di Wila Cather. Come puoi festeggiare se hai alle spalle una serie di carriere andate a rotoli e se in tasca, oltre alle schegge dei tuoi sogni infranti, non ti resta nemmeno un spicciolo? Il giovane protagonista di questo racconto sta letteralmente morendo di fame, ma si vergogna troppo per tornare a casa con la coda tra le gambe. Decide allora di tentare un’ultima mossa disperata, di sperimentare una nuova professione, quella del ladro. Gli andrà male anche stavolta oppure un miracolo natalizio aiuterà questo figliol prodigo a ritrovare la retta via?

Mood: decisamente ottimista. Il finale sdolcinato è stato un po’ troppo per i miei gusti, ma salvo questa storia perché amo gli eroi imperfetti e mi sono affezionata al suo disgraziato protagonista.

casa illuminata neve
Photo by Pixabay on Pexels.com

3) The Christmas Present di Richard Crompton. Una donna tranquilla, silenziosa e amante dei libri si è sposata con un uomo che è il suo esatto opposto. Non desidera un nuovo marito, ma non le dispiacerebbe trovare sotto l’albero un po’ di pace e tranquillità. La sua richiesta verrà esaudita, ma in modo del tutto inaspettato.

Mood: sarcastico e irriverente.

regali natale
Photo by George Dolgikh on Pexels.com

4) The Thin Santa Claus di Ellis Parker Butler. Una vedova, che ha appena ricevuto un regalo inaspettato, viene importunata da un Santa Claus male in arnese. Perché mai Babbo Natale dovrebbe ritornare sui suoi passi e “rompere le scatole” ai destinatari dei suoi doni? Scopritelo leggendo questa esilarante storiella.

Mood: ironico.

santa claus
Photo by Public Domain Pictures on Pexels.com

5) A College Santa Clause di Ralph Henry Barbour. Se avete letto la saga di Harry Potter, vi ricorderete della malinconia che si impossessava del maghetto durante le feste, quando era costretto a restare a Hogwarts perché non aveva nessuno con cui festeggiare il Natale. Il protagonista di questo racconto, un collegiale snob, si ritrova in una situazione simile: un imprevisto lo obbliga a trascorrere le festività nel suo campus.

Il giorno della Vigilia il nostro raffinato e melodrammatico ragazzo vaga per la sua stanza, con un broncio stampato sul suo bel faccino: è convinto di essere la persona più annoiata e depressa del New England. Il suo destino sembra già segnato, ma un evento inaspettato darà una svolta alla sua giornata e gli permetterà di ricevere uno splendido dono: quello dell’amicizia.

Mood: heartwarming ovvero commovente, ma non stucchevole. Barbour ha dato vita a dei personaggi decisamente interessanti: viene voglia di saperne di più, di poter leggere altre avventure dedicate allo snob primadonna e ai suoi compagni di scuola.

merry christmas
Photo by Brett Sayles on Pexels.com

Su American Literature troverete 100 letture “sotto l’albero” (sono tutte in inglese, ma usando gli autori come riferimento dovrebbe essere possibile rintracciarle anche in italiano). Sono storie che continuano ad affascinarci perché racchiudono, come le palle di vetro con neve, un po’ della magia di questo periodo dell’anno e perché, con qualche minima modifica, è possibile renderle sempreverdi, sempre attuali. Spero che questi racconti possano intrattenervi e regalarvi la giusta atmosfera, letteraria, natalizia.

Approfitto di questo post, l’ultimo prima del 25, per farvi gli auguri. Auguri a tutti i visitatori di questo improbabile blog e a tutti i miei “colleghi di penna virtuale”: è anche grazie a voi se il mio spirito natalizio non è del tutto defunto. Buone feste e buone letture!

Annunci

10 pensieri riguardo “Racconti di Natale

Rispondi a Lettrice Assorta Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.