Bad Guys: la Suicide Squad coreana

Un assassino pentito, un gangster con i sensi di colpa, uno psicopatico smemorato e un detective manesco: sono loro i cattivi ragazzi della televisione coreana. La serie Bad Guys, scritta e diretta da Han Jung-hoon e Kim Jung-min, è incentrata sulle gesta di una sorta di Suicide Squad. Un gruppo di “cani pazzi” pronti a gettarsi all’inseguimento dei peggiori criminali, ad azzannarli senza pietà.

In una Seul che sembra Gotham City, dove basta l’odore della pioggia per attirare allo scoperto orde di serial killer, il commissario Nam non riesce a proteggere i cittadini: persino il suo figlio è stato vittima dell’ennesimo omicida a piede libero. Il detective Oh Gu-Tak, un uomo turbolento dal tragico passato, asseconda il desiderio di giustizia del suo superiore proponendo una folle soluzione: combattere il fuoco con il fuoco. Ha messo gli occhi su tre delinquenti che potrebbero dare vita a una formidabile squadra: bisogna solo tirarli fuori di galera all’occorrenza, spronarli con l’offerta di uno sconto di pena per ogni caso risolto e sguinzagliarli contro la feccia della metropoli.

Continua a leggere

Annunci

I tre moschettieri come non li avete mai visti

D’Artagnan non è guascone ma coreano, Aramis è un monaco buddista, Porthos ha una moglie orribile e Athos è un principe. Cose che capitano quando si gioca con un capolavoro della letteratura: il drama coreano The Three Musketeers ( Samchongsa) di Song Jae-jung e Kim Byung-sooci, ci propone una nuova versione degli eroi di Alexandre Dumas.
Continua a leggere

Horatio Hornblower

horatio hornblower the duel

Sotto un cielo plumbeo, in una giornata che non promette niente di buono, il giovane Horatio Hornblower si prepara a salire a bordo della nave di sua maestà Justinian, che si rivelerà essere tutt’altro che giusta. Siamo ai tempi in cui l’Inghilterra dominava su mari, opponendo le sue fregate di legno e i suoi uomini di ferro a Napoleone, l’epoca d’oro della Royal Navy: la Age of Sail.
Continua a leggere

Dirk Gently, agenzia investigativa olistica

dirk gently agenzia investigativa olistica

Tutto è connesso. Specialmente se siete lettori e nerd. Finalmente, con colpevole ritardo, ho visto la prima stagione di Dirk Gently, agenzia di investigazione olistica. Una serie ispirata dalle opere di Douglas Adams, lo scrittore prediletto da mio papà. Sono cresciuta sentendo parlare di Vogon, di autostoppisti galattici e, poi, di divinità nordiche spaesate e di monaci elettrici. Credo che la mia passione per Doctor Who e per i detective improbabili sia in parte genetica.
Continua a leggere