Cucinare un orso: cosa bolle in pentola?

cucinare un orso mikael niemi iperborea

Le foglie delle betulle danzano, sospinte da una lieve brezza. Il fiume intona idilliache melodie acquatiche. Le bacche fiammeggiano tra il verde, rosse e invitanti come le labbra di una fanciulla. Uno scenario nordico, da favola. Però, se avete letto le pagine dei fratelli Grimm, sapete che tra le righe di ogni fiaba si nasconde un fondo di oscurità, un cuore di tenebra. Il romanzo Cucinare un orso (Iperborea, 2018) di Mikael Niemi è ambientato in un luogo solo apparentemente incantato: in un bosco svedese si aggira un mostro pronto a ghermire le più belle del reame.
Continua a leggere

Annunci

Rileggendo Assassinio sull’Orient-Express

assassinio sull'orient express

Com’è strano rincontrare qualcuno dopo dieci anni, anche se quel “qualcuno” è un libro. Quando ho preso in mano per la prima volta Assassinio sull’Orient-Express di Agatha Christie ero ancora una teenager, con in camera una mensola sul punto di cedere sotto il peso di troppe edizioni economiche dei suoi gialli. Rileggendo questo capolavoro, mi sono resa conto di quanto, in questo decennio, i miei ricordi si siano falsati, sovrapponendo all’originale impressioni tratte dai suoi adattamenti televisivi.
Continua a leggere

Senza Indizio: Sherlock Holmes e John Watson come non li avete mai visti

Sherlock Holmes è un idiota, un inetto, un donnaiolo impenitente. Potreste mai crederci? In Senza Indizio (Without a Clue, gioco di parole tra essere privi di indizi per la risoluzione di un caso e essere stolti) Thom Eberhardt e Peter Benchley stravolgono la storia del più famoso detective d’Oltremanica. Abbiamo visto Sherlock, un personaggio sempre affascinante, in mille e più incarnazioni, dall’investiga-topo al diabolico maggiordomo di Black Butler, ma mai nei panni di un attore, di un imbroglione.
continua a leggere

Di seta e di sangue: il vestito mandarino rosso

Di seta e di sangue Qiu Xialong

Qipao: questa parola evoca subito atmosfere esotiche, frusciare di seta e l’immagine di donne bellissime e sensuali. Questo abito tradizionale cinese è al centro di Di seta e di sangue, un giallo ambientato a Shanghai, in un Cina in bilico tra passato e presente, tra capitalismo e socialismo, tra erotismo e violenza.
Continua a leggere

Serenata senza nome

serenata senza nome

Insomma, da quanto continuate a trascinarvi… in questo rapporto che non vi dona altro che sterile sentimentalismo e lacrime d’infelicità? (Black Butler, vol.7, Yana Toboso)

L’amore ti strazia, ti fa salire le lacrime agli occhi, è una canzone triste che risuona nelle strade bagnate di pioggia, ma è anche una melodia che può finire con l’annoiare. In Serenata senza nome, di Maurizio de Giovanni, la passione gioca un ruolo centrale e si declina in diverse sfumature: per uno strano ossimoro, è al centro sia delle pagine più riuscite che di quelle che avrei preferito non dover leggere.
Continua a leggere

La donna in gabbia

la donna in gabbia copertina

Ancora tu, ma non dovevamo vederci più? La donna in gabbia è l’ennesimo giallo dall’ambientazione nordica sul mio comodino. Nonostante avessi appena finito di leggere I poeti morti non scrivono gialli, un romanzo che fa il verso ai tanti, forse troppi, bestsellers polizieschi.
Continua a leggere