Giappone da leggere: Il Genji monogatari

genji monogatari

Oggi vi propongo un viaggio letterario tra giardini incantati, templi, palazzi reali, fruscii di seta e sussurri d’amore: si parte alla volta del Giappone. La nostra guida d’eccezione è Murasaki Shikibu, l’autrice del Genji monogatari. Questo classico della letteratura giapponese permette ai lettori di entrare in circolo esclusivo: quello dell’élite di corte del periodo Heian (794-1185).
Continua a leggere

Annunci

Una solitudine troppo rumorosa

una solitudine troppo rumorosa bohumil hrabal

Ipnotiche trasmutazioni alchemiche di uno scrittore ceco. La carta si fa ostia. La rilegatura dorata si trasforma in una pala d’altare. L’inchiostro diventa sangue. I capoversi si tramutano nelle strofe di un inno struggente. Una solitudine troppo rumorosa di Bohumil Hrabal è una preghiera laica, che diventa sacra agli occhi dei lettori, dei cultori della parola scritta.
Continua a leggere

69 cassetti

69 cassetti Goran Petrović

Chissà se qualcun altro starà leggendo queste parole? Vi è mai capitato di domandarvi se qualche altro booklover stesse condividendo la vostra stessa esperienza di lettura, se avesse appena posato gli occhi sulla pagina che vi stava emozionando? I protagonisti di 69 cassetti di Goran Petrović (Ponte alle Grazie, 2004) possiedono un’abilità singolare: possono scivolare tra le righe e incontrarsi con degli altri lettori. Continua a leggere

Da San Pietroburgo a Sanremo: un viaggio letterario

hotel angleterre nico orengo
Hotel Angleterre, Nico Orengo, Einaudi

Perché Sanremo è sempre Sanremo. Non c’è verso di sfuggire al Festival: basta accendere la tv per venire sommersi da commenti su canzoni e presentatori. Il mio entusiasmo per la kermesse, dopo un’adolescenza in cui ho messo a repentaglio le mie ossa per un autografo, è ormai scemato. Quindi, ho deciso di mostrarvi un altro volto della città ligure, al di là delle porte dell’Ariston. Però non mi sarei mai aspettata di dover iniziare il viaggio da San Pietroburgo e dall’Hotel Angleterre. Continua a leggere

Dall’India: in Oriente con Hesse

dall'india hermann hesse

Mai titolo fu più ingannevole. Più che Dall’India, questo libretto avrebbe dovuto intitolarsi Dalle Indie: il diario di viaggio di Hermann Hesse è un susseguirsi di quadretti impressionistici dall’Oriente. Un invito a esplorare con la mente paesi colorati e profumati di spezie e ad abbandonarsi a fantasticherie.
Continua a leggere

Lincoln nel Bardo

lincoln in the bardo

Immaginate, nel mezzo della vostra vita, ma anche no, di ritrovarvi in un luogo oscuro, in un cimitero. Uno spirito, con un grosso problema proprio là sotto, emerge dalle tenebre, ma non riuscite a capirlo. Parla di una sick-box: crede di essere ammalato, di stare riposando, di poter ancora tornare tra le braccia della sua giovane moglie. Non vuole sentir pronunciare la parola che comincia per emme. Leggere Lincoln nel Bardo equivale a trovarsi catapultati in un mondo bizzarro, grottesco, ma anche commovente.
Continua a leggere