Paura

paura richard wright

Anni Trenta, Chicago è percorsa da una crescente tensione: una linea invisibile segna il confine tra la parte della città destinata ai bianchi, ai cittadini per bene, e il South Side dove risiedono i poveri e pericolosi neri. Lo scrittore Richard Wright in Paura (Native Son) denuncia il razzismo di una società cieca, incapace di riconoscere uguali diritti a tutti e di rendersi conto di quanto sia rischioso continuare a tenere segregata una parte della popolazione.
Continua a leggere

Annunci

Shalimar il clown

shalimar il clown rushdie

C’erano una volta principesse rapite per cui è stato versato del sangue. C’erano una volta e ci sono ancora dei serpenti tentatori. C’erano una volta due città in balia di linee tracciate su carte geografiche. C’erano una volta e ci sono ancora due terribili divinità, che rendono schiavi gli uomini: l’amore e l’odio, le forze motrici del romanzo Shalimar il clown di Salman Rushdie.
Continua a leggere

Un amore: l’assedio del desiderio

un amore dino buzzati

Come un borghese può impazzire d’amore per una ragazza squillo. Parte la colonna sonora di Pretty Woman. Lo ammetto, non avrei mai scelto questo libro se mi fossi dovuta basare solo sull’immagine di copertina e su queste parole. A spingermi a scegliere Un amore tra una pila di altri volumi usati è stato il nome dell’autore, Dino Buzzati. Dopo aver letto alcune delle sue opere più surreali e immaginifiche, ero curiosa di vederlo alle prese con la realtà quotidiana e con Milano.
Continua a leggere

Il piccolo amico

il piccolo amico donna tartt

E il premio per la copertina più inquietante va a… Il piccolo amico di Donna Tartt. Con una cover del genere è impossibile non notarlo, ma si corre anche il rischio di farsi delle aspettative sbagliate. Leggendo la quarta, viene spontaneo pensare che questo sia una sorta di thriller, incentrato su un omicidio irrisolto. Sono qui per spiegarvi perché non lo è.
Continua a leggere

Manoscritto trovato a Saragozza

manoscritto trovato a Saragozza

Perché, in biblioteca, una signora mi ha lanciato un’occhiata stranita? Forse perché mi ha vista inginocchiata davanti a uno scaffale, come stessi chiedendo la mano di qualcuno, con un sorriso estatico stampato in faccia. Sì, trovare questo testo è stato un po’ come riportare alla luce un graal letterario. Il Manoscritto trovato a Saragozza di Jan Potocki è un sorprendente romanzo a scatole cinesi, uno strano testo ricco di intrighi, travestimenti, colpi di scena, duelli, misteri.
Continua a leggere

L’assassino cieco

l'assassino cieco

Una brunetta ammiccante, dalle labbra rosso sangue atteggiate in un sorriso enigmatico ci scruta: è la “cover girl” de L’assassino cieco. Margaret Atwood ha scritto un romanzo che è una scatola cinese: una storia che ne racchiude altre due al suo interno. Una triade in cui ritroviamo temi, in primis quello della memoria e della condizione femminile, presenti anche in altre sue opere come Occhio di gatto e l’ormai cult Il racconto dell’ancella.
Continua a leggere